IT     EN

Ripetersi è sempre più difficile.
Lo sa bene Kacyo, che otto mesi dopo la vittoria al Red Bull BC One Cypher Italy dello scorso 8 marzo a Bologna è pronto a rappresentare l’Italia alla Western European Final di Helsinki. È un’Italia non più considerata sparring partner, nazione materasso: l’anno scorso Froz, vincendo a Napoli, ha creato una rottura netta col passato, sorprendendo i più titolati bboys e raggiungendo la World Final di Seul.

Kacyo ha l’onere e l’onore di confermare i progressi della nostra scena in un battle che vedrà una line-up di primissimo livello – come ovvio che sia – in cui spiccano Lagaet, Skychief e l’astro nascente olandese Kid Colombia.
Un battle è un battle, in cui anche gli outsider possono vincere se riescono a giocarsela bene, se sono pronti mentalmente e fisicamente, per cui non è da sottovalutare nemmeno Hatsolo, bboy di casa che con Focus (finalista 2013) ha fatto la storia dei Flow Mo.
Abbiamo sentito Kacyo, che ci ha svelato come ad agosto si sia cimentato in molti street show per sviluppare il rapporto col pubblico, mentre in settembre tornerà in palestra per affinare gli ultimi dettagli.
Nel corso di questi mesi si è sottoposto ad una rigida preparazione fisica e ad una dieta personalizzata. A seguirlo in questo percorso c’è un professionista del settore come Claudio De Michele, già preparatore fisico del Napoli Calcio a cinque.

Kacyo ci è sembrato molto tranquillo, con l’unico obiettivo di dare il meglio e godersi questa esperienza senza troppi patemi. Per ciò che concerne i pronostici, Kacyo non si sbilancia, ammettendo però che Lagaet – per esperienza, carisma e completezza – sulla carta è il favorito, ma lo era anche l’anno scorso e sappiamo tutti come è andata. Come per Froz nel 2013, la World Final del Red Bull BC One non è più una “Mission Impossible” per i bboys italiani.

Kacyo ha talento, skillz e “physique du role” per poter diventare la mina vagante dei 16, capace con il suo stile – che attinge a piene mani dalla creatività sicula – di infiammare la fredda Finlandia oltre che i giudici tra i quali spicca, oltre Roxrite e Swift Rock, la leggenda italiana Maurizio “The Next One”.

Non ci resta che supportare al massimo Kacyo in questa avventura, con la speranza di rivedere di nuovo un bboy italiano tra i migliori 16 al mondo.

Ripetersi è sempre più difficile, ma parafrasando Biggie: Sky’s The Limit! Let’s go Kacyo!

 

  • Print
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Bookmarks
Categories: Guest

Leave a Reply


  • Facebook
  • google plus
  • Twitter
  • RSS
  • Delicious
  • Roc n. 21721