IT     EN


Convocazione Stati generali della Street Dance Italiana,
Il nostro futuro nelle nostre mani!

C’è un tempo per nascere, uno per crescere prima di far spazio agli altri. Prima bisogna maturare, imparare soprattutto dai propri errori e fare in modo che questi non si ripetano.
In questo momento storico crediamo si debba tentare di prendere consapevolezza di ciò che siamo e che rappresentiamo.
Prendere più coraggio, parlare e comunicare tra di noi, cercando linee comuni da perseguire insieme. Se ai più potrebbe suonare come pura utopia, Street Dance Magazine sente che questo è il momento giusto per aprire un tavolo attraverso cui discutere, capire e capirci.
Quante volte ci sentiamo sfruttati da entità più potenti di noi? Quante volte non ci sentiamo tutelati? In quante occasioni ci sentiamo solo piccoli granelli inermi di fronte a chi decide le nostre sorti? Andando avanti così non ci sarà futuro, sarà una battaglia persa in partenza.
Se l’unione fa la forza, dobbiamo appianare contrasti che nel 90% dei casi sono dovuti a problemi di comunicazione. Dobbiamo ragionare da “settore”, quello della street dance, che vede migliaia di persone coinvolte in tutta Italia che non cooperano, chiuse nel proprio feudo, slegate tra loro. In questo modo risultiamo più attaccabili e vulnerabili.
È prioritario sensibilizzare i giovani a studiare, anziché abbandonare la scuola per intraprendere la carriera di insegnanti hip-hop. Quindi tutela e copertura per gli insegnanti: quale strada migliore per la gestione delle ASD, vittime di una caccia alle streghe più per incompetenza di commercialisti che per malafede o negligenza?
Per non parlare della pianificazione degli eventi o di mille altri problemi, che senza un confronto risulteranno irrisolti. Sono svariati gli aspetti da mettere sul piatto, ognuno avrà i propri punti di vista, le proprie questioni, i propri spunti.
Si tratta di dare maggiore forma e soprattutto un futuro a quello che ognuno di noi sta facendo nel proprio piccolo, ma che non può più di tanto contare a livello generale. È giunto il tempo di fare sistema, delineare e prenderci ciò che è nostro. Ci piace pensare al concept del brand FUBU, acronimo di “For Us By Us”.
Non sappiamo quanti incontri basteranno o se riusciremo mai a raggiungere l’obiettivo, ma è nostra responsabilità aprire questo cerchio. Responsabilità è la parola chiave, la stessa che ci ha spinto a creare Street Dance Magazine un paio di anni fa. Ovviamente certe volte siamo soddisfatti, altre volte meno, ma il senso di responsabilità è quello che ci spinge a migliorarci sempre, numero dopo numero.
La nostra è una scena ricca di risorse, che si perde in futili disquisizioni poiché di fronte ad una cantina da assaporare, esplorare e condividere ci perdiamo a discutere se il bicchiere sia più pieno o più vuoto.

SDM Team

  • Print
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Bookmarks

Leave a Reply


  • Facebook
  • google plus
  • Twitter
  • RSS
  • Delicious
  • Roc n. 21721