IT     EN
giu 28

SMILE & FLY

A volte serve un po’ di tempo per riflettere e capire – o perlomeno tentare di capire – gli accadimenti, le emozioni e ciò che un’esperienza è stata in grado di lasciare. A distanza di giorni continuiamo a chiederci perché, quanto sia ingiusto o che senso abbia una vicenda di questa gravità. Ognuno ha una propria risposta all’ultraterreno, ma sarebbe poco interessante addentrarci qui in certe disquisizioni.
Risulta impressionante – ed ahimè troppe volte poco considerato – il peso degli insegnanti di danza nei confronti dei propri allievi, che in molti casi diventano confidenti se non fratelli o sorelle maggiori. In un clima in cui la famiglia talvolta non protegge quanto dovrebbe, è immenso il filo che lega la crescita di un bambino a ragazzo fino a uomo, attraverso il rapporto con il proprio “maestro”. Principi, regole, valori che danno un imprinting indelebile nello sviluppo di un adolescente. Di pari passo, quanto entusiasmo, voglia di vivere, leggerezza riesce a trasmettere un allievo? Inimmaginabile. In un momento in cui le responsabilità iniziano a prendere il sopravvento sulla gioia e la spensieratezza, ecco che arrivano loro, anime pure e ricche di ogni positività, che chiedono in cambio solo un codice, per urlare al mondo la propria presenza e voglia di vita.
Poi ci sono i compagni, la crew, gli amici, che attraverso quel codice manifestano il proprio sostegno, la propria vicinanza, la voglia di stare insieme senza troppe parole. Quel codice è un comune mezzo di comunicazione, è il vero punto d’incontro e di scambio in cui non ci sono compromessi ed in cui tutto è vero, real, pane al pane, vino al vino. Cosa dovremmo imparare, quindi? Dovremmo imparare a vivere con maggiore positività tutto ciò che facciamo perché è un dono, un regalo. Dovremmo sorridere di più ed ogni giorno dovremmo fare una cosa migliore del giorno precedente, perché tutto è rapido, veloce, fulmineo e perché tutto finisce in fretta al di fuori dei legami costruiti con lealtà, trasparenza ed affetto.

Grazie Alessio, Stefano, Viera, Fausto e Lasagna Style.
Lo faremo anche noi, promesso.

SDM Team

  • Print
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Bookmarks
Categories: Experience

Leave a Reply


  • Facebook
  • google plus
  • Twitter
  • RSS
  • Delicious
  • Roc n. 21721