IT     EN

L’edizione 2014 di Danzainfiera ha avuto, per l’area street dance, un’ulteriore conferma della propria importanza nella scena, che forse di primo acchito sfugge ai più. Nel weekend del Juste Debout, l’evento di maggior richiamo al mondo, DIF riesce a incrementare i propri numeri, aumentando la qualità di battle e workshops, oltre a presentare una nuova, seppur ancora inesperta, generazione di freestylers. In fase di programmazione qualche dubbio sicuramente aleggiava tra gli organizzatori, per la concomitanza con le World Finals di Parigi Bercy, ma i risultati ottenuti danno ancora più prestigio all’evento fiorentino, che si attesta come uno degli expo di maggior appeal in Europa, di sicuro il più prestigioso in Italia.

Dalle lezioni di Storm, Meech e Natsuko, continuando con la wild card per il Red Bull BC One conquistata da Tetris, al 5 Skillz vinto dagli Mnai’s, l’intensità dell’evento è stata testimoniata anche dalle partecipazioni estere. Se da un lato la qualità ha tenuto col fiato sospeso le centinaia di spettatori accorsi, dall’altra la partecipazione di giovani ballerini ai battle deve essere interpretata come nuova linfa per il movimento.

Facce nuove, mai viste, che devono sicuramente crescere ma che approcciano il freestyle in età precoce rispetto ai propri predecessori. Se dovessimo proporvi due copertine di DIF 2014, sarebbero sicuramente le semifinali per la wild card del Red Bull BC One e la performance dei The Dreamers nel primo turno del 5 Skillz.
Se lo spirito e l’entusiasmo sono propedeutici a tecnica e risultati, loro ne sono stati un degno esempio.

L’appuntamento è per DIF 2015, keep in touch!

  • Print
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Bookmarks
Categories: Report

Leave a Reply


  • Facebook
  • google plus
  • Twitter
  • RSS
  • Delicious
  • Roc n. 21721