IT     EN

Pensavo ci fosse “solo” New Era. Mi sa che mi sbagliavo. Mi riferisco ai caps, ma anche all’apparel. Pochi mesi fa infatti è stato sottoposto alla mia attenzione un marchio nuovo, tedesco: Cayler & Sons.
La cosa mi ha dapprima stupito, poi incuriosito, infine – dopo averne visto il campionario – entusiasmato.
Non sapevo se sarebbe stato in grado di contrastare l’egemonia quasi dittatoriale del marchio che veste le teste di tutto il mondo da tanti anni.
Ora, a posteriori, ho scoperto una sorta di nuovo mondo. In pochi mesi il brand tedesco (la cosa suona già nuova, me ne rendo conto) ha infatti invaso e conquistato il mercato nella sua totalità. E non solo per quanto riguarda i cappelli, rigorosamente modello snapback, ma anche per le parti che concernono l’abbigliamento. In sezioni top fino ad ora, si è verificata una vittoria eclatante che ha preso quasi sprovvisti un po’ tutti i dettaglianti, affidatisi senza esagerare al “nuovo” per non esporsi troppo, ma ritrovatisi in una manciata di giorni con un incredibile sold out.

Andiamo per gradi. Cayler & Sons ha dato il là ad una linea di snapback cap mai visti prima per grafica, design ed accuratezza nei particolari. Basti pensare a certi pezzi, che invito a vedere online, come il modello “Problems”.
Lo stesso dicasi per le uscite più nuove di questo inizio fall/winter 2013, come i modelli “Hi Haters”, “One Love” (che ricorda gli scomparsi Biggie, Tupac & Big Pun) o “El Vee” (con sarcastica imitazione del logo L.V.).

Inoltre, ecco la mossa vincente: ogni cap viene inviato e poi venduto all’interno del “Carry on Tradition Box”, un mini-pack fatto su misura, customizzato dal brand stesso. Altra bella news: i prezzi. Questi ultimi sono infatti estremamente contenuti: sui 30€ per i cap e 25€ per i pom pom beanie.

Stesso discorso vale per l’abbigliamento: capi a prezzo accessibile ma di gran fattura, grafiche che richiamano spesso una satirica illegalità, temi sempre graffianti che colpiscono occhio e testa del pubblico.
Ecco allora l’esempio lampante di “Hello Brooklyn Hoody”, pezzo già andato per la maggiore come richieste e vendite, nonostante il freddo vero debba ancora farsi vivo. Anche qui poi, i prezzi non alti la fanno da vincenti assoluti.
E preferisco non anticiparvi troppo quanto arriverà a breve sugli scaffali dei migliori stores, se non che anche le squadre NBA e le sostanze stupefacenti la faranno da fiore all’occhiello.

Ed io – come forse anche voi – che pensavo ci fosse solo New Era… con tutto rispetto: mi sbagliavo. Di certo.

  • Print
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Bookmarks
Categories: Dress Up

Leave a Reply


  • Facebook
  • google plus
  • Twitter
  • RSS
  • Delicious
  • Roc n. 21721